Profilo istituzionale di Nosadello

 

Nosadello, cenni sul profilo storico istituzionale "Estratto da LE ISTITUZIONI STORICHE DEL TERRITORIO LOMBARDO XIV-XIX SEC. - PROGETTO CIVITA CREMONA - REGIONE LOMBARDIA - 2000, con aggiunte del curatore.

 

Comune di Nosadello, sec. XVI – 1757

 

A metà del XVI secolo Nosadello è citato nell’Estimo di Carlo V tra i comuni del territorio lodigiano (Estimo di Carlo V, b. 10, n. 1). Nosadello a metà Seicento era un comune delle Terre Oltre Adda del Contado di Lodi (Oppizzone 1644).

Nel “Compartimento territoriale specificante le cassine” del 1751 e nelle risposte ai 45 quesiti alla reale giunta del censimento redatte nel 1751 si afferma che il comune apparteneva al Vescovato superiore del Contado di Lodi (Compartimento, 1751; Risposte ai 45 quesiti, cart.  3051).

Nosadello risulta infeudato dal 1442, fu concesso dal 1730 al conte Casati, al quale risulta ancora infeudato nel 1751 (Risposte ai 45 quesiti, cart. 3051; Casanova 1904).

Dalle risposte ai 45 quesiti emerge che il comune, infeudato al conte Masatti, era amministrato dal deputato eletto dai maggior estimati, che si riunivano una volta al mese per pubblicare il riparto dei contributi elaborato dal cancelliere. La comunità affidava la redazione delle pubbliche scritture al cancelliere, che custodiva presso di sè i documenti del comune, mentre l’esazione dei carichi era effettuata dall’esattore.

Alla metà del XVIII secolo il comune era sottoposto alla giurisdizione del podestà di Lodi e il console, tutore dell’ordine pubblico, prestava giuramento alla banca criminale della curia pretoria. All’epoca la comunità contava 156 anime. (Risposte ai 45 quesiti, cart. 3051)

 

Comune di Nosadello, 1757 – 1797

 

Nel compartimento territoriale dello Stato di Milano, notificato con l’editto del 10 giugno 1757, risulta inserito nella delegazione VI del vescovato superiore della provincia di Lodi (editto 10 giugno 1757).

Nel compartimento territoriale della Lombardia austriaca, pubblicato con editto del 26 settembre 1786, apparteneva sempre alla provincia di Lodi, delegazione VI del vescovato superiore (editto 26 settembre 1786).

 

Comune di Nosadello, 1798 – 1809

 

Secondo la legge emanata in data 1 maggio 1798 il comune di Nosadello era uno dei comuni del distretto 13 di Rivolta in Gera d’Adda del dipartimento dell’Adda (legge 1 maggio 1798/1).

Venuto meno il dipartimento dell’Adda, secondo la legge emanata in data 26 settembre 1798 Nosadello era uno dei comuni del distretto VIII di Vaiano del dipartimento dell’Alto Po (legge 26 settembre 1798). 

Secondo la compartimentazione della Repubblica Cisalpina pubblicata con la legge emanata in data 13 maggio 1801 Nosadello era uno degli 81 comuni del distretto II di Crema del dipartimento dell’Alto Po (legge 13 maggio 1801).

Con decreto datato 8 giugno 1805 il comune di Nasadello (così nel testo di legge), in applicazione della legge del 24 luglio 1802 e in virtù dei 193 abitanti, fu classificato come comune di III classe e era uno dei comuni del cantone I di Lodi del distretto III di Lodi del dipartimento dell’Alto Po (legge 24 luglio 1802; decreto 8 giugno 1805). 

In base al compartimento entrato in vigore dal 1 gennaio 1810, pubblicato in seguito alle concentrazioni dei comuni avvenute in attuazione del decreto 14 luglio 1807, il comune di Nosadello fu concentrato nel comune denominativo di Pandino (decreto 14 luglio 1807; decreto 4 novembre 1809).

 

Comune di Nosadello, 1816 – 1859

 

Nel compartimento territoriale delle province lombarde del 1816 Nosadello faceva parte del distretto VII di Pandino della provincia di Lodi e Crema (notificazione 12 febbraio 1816).

Nel compartimento del 1844 Nosadello era un comune con convocato del distretto VII di Pandino della provincia di Lodi (notificazione 1 luglio 1844).

Nel 1853 Nosadello, comune con convocato e una popolazione di 212 abitanti, fu inserito distretto II di Pandino della provincia di Lodi e Crema (notificazione 23 giugno 1853).

 

arch. Estimo di Carlo V, b. 10, n. 1: Estimo di Carlo V (1549- 1560), Archivio di Stato di Cremona, Comune di Cremona - antico regime, Estimo di Carlo V, b. 10, n. 1.

 

Popolazione residente nel comune di Nosadello

 

Abitanti 2.050 al 1750

Abitanti 1.763 al 1805

Abitanti 2.217 al 1810

Abitanti 1.809 al 1853

Abitanti  (Censimento 1861)

Abitanti  (Censimento 1871)

Abitanti  (Censimento 1881)

Abitanti  (Censimento 1901)

Abitanti  (Censimento 1911)

Abitanti  (Censimento 1921)

Abitanti  (Censimento 1931)

Abitanti  (Censimento 1936)

Abitanti  (Censimento 1951)

Abitanti  (Censimento 1961)

Abitanti  (Censimento 1971)

Abitanti  (Censimento 1981)

Abitanti  (Censimento 1991)

Abitanti  (Censimento 2001)

 

Torna alla Pagina principale del sito